L’enigma del Battista

L’enigma del Battista: non perdete questo thriller storico e questo viaggio lungo settecento anni!

l'enigma del battista

Galilea, 35 d.C.

Salomè è l’unica saltatrice della serata ed Erode impazzisce di desiderio per
la giovane e bellissima figliastra. Alla fine della danza , il tetrarca,
completamente in sua balia, le promette che le concederà tutto quello che
desidera, anche se fosse la metà del suo Regno. La ragazza, in risposta, chiede
la testa del Battista.

(altro…)

L'egoismo del respiro

L’ egoismo del respiro. Intervista a Giada Strapparava.

L’egoismo del respiro è il romanzo d’esordio di Giada  Strapparava, nata il 21 Giugno del 1994, in provincia di Verona. Giada è una grande appassionata di criminologia, mentalismo, medicina legale e naturopatia.

IL LIBRO.

Cuoco in una tavola calda a Sacramento, ottimo amico per i colleghi e quasi un figlio per i titolari. Una vita normale e soddisfacente se non fosse per l’innato istinto omicida e un personale senso di giustizia: Colton Miller è un’anima selvaggia, che ama uccidere i peccatori e che si diverte a cercare lo sgomento negli occhi delle sue vittime, decifrandone gli ultimi inutili pensieri; un’ombra tormentata dagli orribili e confusi ricordi d’infanzia, in cui la violenza tocca gli apici dell’inconscio e si mischia all’angoscia più profonda. Ma il passato non è l’unica cosa da cui scappare. C’è qualcos’altro, lì fuori: una minaccia. Un’entità che inizia a tormentarlo; qualcuno disposto a schiacciare chiunque si metta sulla propria strada. In tutto questo chi è la vittima e chi il carnefice? Ma sopratutto, dove finisce l’agonia e inizia il piacere?!

11081305_664649406996014_1969800720243068731_n

 Abbiamo fatto qualche domanda a Giada:
(altro…)

“Phoenix- Operazione Parrot” di Francesca Rossini

Phoenix- Operazione Parrotphoenix

Siamo a Washington 1983. Phoenix è la storia di un agente segreto, Clay Hobbs, personaggio affascinante quanto problematico, che trascina in un’avventura in piena guerra fredda l’infermiera Leila Lane, mamma single e con la casa ‘invasa’ dai parenti.I due verranno rapiti, imprigionati, sballottati tra l’America e l’Europa, imparando pian piano a conoscersi e superando l’iniziale barriera data dalla differenza di carattere ed estrazione sociale. A complicare il tutto l’arrivo della compagna di Clay, agente anche lei, con il suo appariscente modo di essere. In questo libro ho voluto puntare molto sulle complicate personalità dei protagonisti, sui rapporti umani oltre che sulla suspense della trama spionistica, che comunque ho cercato di tenere quanto più fedele alla realtà.

(altro…)

“Granelli di sabbia” di Andrea Gerosa

11016514_10205106499216244_635470483_n
La parola “sabbia” non mi era mai parsa così affascinante come in quel momento: non erano solo minuscoli granelli colorati, erano impronte, memoria, storie di paesi lontani che probabilmente non avrei mai visitato. E’ proprio attorno alla sabbia che si snoda il caso, che impegna l’Ispettore Luca Veloso, il Tenente Camilla Dell’Angelo e gli altri uomini della squadra in una serrata lotta contro il tempo, per proteggere le ragazze che calcano le passerelle dell’alta moda dalla mano assassina di un serial killer. L’obiettivo sarà scoprire chi si cela dietro agli omicidi delle modelle, e per farlo gli investigatori si ritroveranno ad attraversare la Penisola, ricorrendo a soluzioni non sempre conformi ai metodi canonici della scienza investigativa. Se per i ragazzi della squadra l’indagine è un compito da eseguire al meglio, per Luca rappresenta un ritorno al passato, che riemerge minaccioso con prepotente crudeltà. L’Ispettore dovrà fare i conti con vecchie paure relegate ai confini della coscienza, che riporteranno sulla scena incubi sopiti nel tempo. Una storia di omicidi che avvince fino all’ultima pagina, lasciando la sensazione che qualcosa debba ancora accadere. Forse la storia non è ancora finita. (altro…)

A-BOCCA-CHIUSA

A bocca chiusa

Un nonno, ex-camionista, arrabbiato con il mondo e con la gente, vive tra mura silenti e tetre, “animando” la casa con la sua presenza oscura e pesante, come fosse uno spettro. Il bambino, lasciato solo, passa il tempo costruendo, su un tappeto rosso, un mondo fantastico con i mattoncini Lego: un area di confine del suo spazio di libertà, della sua spontaneità creativa di bambino. Quando Luca, un ragazzino che abita nello stesso stabile di periferia, porta il protagonista in un mondo reale, fatto di bici all’aria aperta, il dramma esploderà : il vecchio inizierà a lasciare il bambino sotto il sole nel terrazzino della casa, indifferente al caldo e senza fornirgli né acqua né cibo. Luca porterà fisicamente lontano da quella prigione familiare il bambino, e sarà allora però che la violenza covata genererà violenza, e lo vedrà diventare una belva assetata di sangue, perché ormai il legame creato con quella casa va ben oltre il tempo trascorsovi. “A bocca chiusa”, romanzo d’esordio di Stefano Bonazzi edito da Newton Compton, racconta la genesi di un assassino. (altro…)