Uno strano libro

Recensione CHE TU SIA PER ME IL COLTELLO di D. Grossman. Mondadori.

Che tu sia per me il coltelloUno strano libro

Dopo più di un anno da QUALCUNO CON CUI CORRERE, ce l’ho fatta. Ho preso in mano un altro Grossman.  Stavolta è toccato a CHE TU SIA PER ME IL COLTELLO. Un titolo che promette una lettura all’insegna della profondità e dei significati nascosti. Lo scelsi anche a causa delle meravigliose citazioni che trovavo qua e là sul web, le quali mi avevano fatto venire una gran voglia di leggerlo. Ovviamente sperando di non incorrere in un altro scontro con un  peso massimo. E’ un romanzo epistolare, ispirato ,a detta dello stesso autore, alle LETTERE A MILENA di Kafka, di cui Grossman sembra essere un forte ammiratore. (altro…)

Il nocciolo dell’esistenza. IL BAMBINO CHE IMPARÒ A COLORARE IL BUIO di N. Sparks e B. Mills

Recensione IL BAMBINO CHE IMPARÒ A COLORARE IL BUIO di N. Sparks e B. Mills . Pickwick

 IL BAMBINO CHE IMPARÒ A COLORARE IL BUIO

Il nocciolo dell’esistenza

Dopo L’UTILITA’ DELL’INUTILE , questa settimana passiamo a tutt’altro argomento. Ci dedichiamo, infatti, ad una fiaba. Ma non una fiaba qualsiasi. Qualcosa di molto particolare. Un libro  che amo a tal punto da considerarlo il top di quelli che io chiamo libri-luce : IL BAMBINO CHE IMPARÒ A COLORARE IL BUIO. (altro…)

Il vangelo dei poeti (e non solo)

Recensione L’UTILITA’ DELL’INUTILE di Nuccio Ordine. Bompiani.

Il vangelo dei poeti

Il vangelo dei poeti (e non solo)

La recensione che sto scrivendo è un po’ diversa da tutte le altre, perché questa volta non analizzerò un romanzo, bensì un saggio. Un saggio molto particolare, un libro piccolo e panciuto che gioverebbe a tutti leggere. L’UTILITA’ DELL’INUTILE. (altro…)

Un rapporto complicato. Recensione I PROMESSI SPOSI

Recensione I PROMESSI SPOSI di Alessandro Manzoni. Einaudi.

Un rapporto complicato

Recensione I PROMESSI SPOSI Che si sia dei letterati oppure no, tutti almeno una volta nella vita, abbiamo avuto a che fare con I PROMESSI SPOSI, questo librone noioso , scritto in un italiano talmente astruso da parere quasi una lingua straniera. Costretti a studiarlo a scuola, chissà quante volte, dentro di noi, lo abbiamo maledetto. (altro…)

Risate…amare

Recensione di QUALCUNO VOLO’ SUL NIDO DEL CUCULO di Ken Kesey

received_1243338415708697

Risate …amare

L’uomo è un animale sociale, sostengono gli antropologi. Non credo che questa teoria sia del tutto vera. Da  quel che ho potuto constatare, nella mia breve esistenza, l’uomo vive in gruppo perché gli conviene. In gruppo è più facile sopravvivere, ci si sente protetti e al sicuro. Ma esso , in cambio, esige un prezzo : un pezzo, a volte molto consistente, della tua libertà.  Rousseau diceva “l’uomo è nato libero e ovunque è in catene”.  Si, nelle catene  forgiate dalla società. Necessarie a volte, ma spesso pesanti e ingiuste. E niente sconti, per nessuno. (altro…)

Le notti bianche: un romanzo cullato

Le  notti bianche. Un romanzo cullato

Le notti bianche

LE NOTTI BIANCHE è un romanzo breve  ma molto intenso. Uno dei più bei capolavori della letteratura mondiale. Quando ti accingi a leggerlo, già dal titolo e dal nome dell’autore sei colto da una specie di timore reverenziale, specie se sei reduce dalle opere maggiori, e non sai che cosa aspettarti. La trama è abbastanza semplice e può apparire noiosa ad una lettura superficiale, ma Dostoevskij, si sa, si legge con il cuore, non con la testa e soprattutto, in lui, ciò che va letto è quel non sta scritto, il suo significato intrinseco che spetta al lettore cogliere e recepire. (altro…)

Poesia in forma di rosa

Poesia in forma di rosa – Autori Vari

Recensione di Pasquale Braschi

13414105_478055219060823_372971757_n

 

Alla domanda “Che cos’è la Poesia?” si potrebbe rispondere affermando che essa non è soltanto un’esaltazione estetica della parola sottoposta a rigide regole metriche in forma di versi, è anche il raggio di luce che illumina la nostra umanità, rendendo più chiaro (altro…)

Myskin , ovvero la mia prima recensione

Myskin , ovvero la mia prima recensione

recensione l'idiota

Io ho sempre amato leggere. Con la fantasia sono stata in mondi lontanissimi, ho fatto di tutto e ho visto di tutto. Durante le mie letture spesso mi capitava di affezionarmi ad una storia in particolare e, quando questo accadeva, rispogliavo i libri in cerca dei pezzi che più mi avevano colpita; non sottolineavo le frasi. Le avevo tutte nella mia testa, (altro…)

La scimmia di Degas di Anna D’Elia

La scimmia di Degas di Anna D’Elia

Recensione di Pasquale BraschiLa scimmia di Degas di Anna D’Elia

 

Spesso ci si chiede se sia l’arte a imitare la vita oppure il contrario, ma per Edgar Degas la vita è quella dagli aspetti più bassi, in cui sono evidenti le pulsioni più segrete. La sua arte è una vera creazione, “un atto sospeso fra il bene e il male” (pag. 5) che gli procurerà una condanna dalla quale dovrà difendersi. La scimmia di Degas, il romanzo di Anna D’Elia (Edizioni Giazira scritture, 2015, pp. 193, euro 15), si apre con “Caro amico mio, vi prego di ascoltarmi”, una lettera in cui l’Artista pone alcune domande al destinatario – che potrebbe essere anche il lettore di questo libro – affinché possa riflettere sui capi d’accusa a cui lui dovrà rispondere in tribunale. (altro…)