Lo scannatoio del lunedì di Fabio Chiriatti

Lo scannatoio del lunedì di Fabio Chiriatti

Lo scannatoio del lunedì di Fabio Chiriatti (Edizioni Kurumuny, 2015, 146 pagine, euro 13,00) potrebbe nascondere nel titolo la chiave di lettura per ciascun testo contenuto nel libro: ‘luogo in cui si scannano gli animali da macello’, ed è il caso della protagonista di Mappughe che ricorre alla mutilazione immaginaria del suo corpo per sentirsi e per diventare altro da sé, “Io a volte devo controllare di esserci tutta, ma tutta davvero. Perché se un giorno non mi trovassi più, non saprei dove andarmi a cercare, in quale cassetto, in quale armadio, in fondo a quale scatola potrei cercarmi, se non mi trovassi più. Ammesso di essere in grado di andare da qualche parte” (pag. 13); (altro…)

Non avere paura dei libri di Christian Mascheroni

Come nasce la passione per la lettura e l’amore per i libri?

received_528545037345174Sembra questa la domanda alla quale Christian Mascheroni cerca di dare una risposta nel suo romanzo “Non avere paura dei libri” (Hacca, 2013, 253 pagine, € 14,00). In realtà, ereditando da sua madre “la consapevolezza che siamo nati per non dimenticare” (p. 206), l’Autore va oltre e scrive un racconto autobiografico. Un viaggio di scoperta che ripercorre le tappe della propria vita: “Eva e il mare. Gino e la spiaggia. E poi quella piccola creatura che è cresciuta di onda in onda e che scriveva e leggeva a più non posso, per paura che la corrente la strappasse ai sogni” (p. 81). Una creatura avviata alle lettura dalla rassicurazione della mamma “Non avere paura dei libri”.

(altro…)

Anna. Storia di un palindromo di Francesco D’Isa

Anna. Storia di un palindromo di Francesco D’Isa

Come suggerisce il sottotitolo, Anna, nome proprio di persona, è un palindromo, cioè una parola leggibile sia da sinistra a destra sia da destra a sinistra restando uguale a sé stessa, come suono e come significato. Potrebbe essere celato qui il segreto per leggere il romanzo di Francesco D’Isa (Effequ, 2014, pp. 202, euro 13,00): leggere la storia di Anna N ed Ezio Serafini dall’inizio alla fine o dalla fine all’inizio, dal presente al passato o dal passato al presente, con le implicazioni dei palindromi di secondo tipo (noti come bifronte, e che potremmo far coincidere con le due storie personali messe a confronto ma diverse tra loro) e di terzo tipo (frequente nei giochi di specchi, ovvero ciascuna storia individuale riflessa nello specchio, intesa come il contrario di sé), “combattuti tra una tiepida tristezza rivolta al futuro e una famelica gioia vorace di presente. (altro…)

Non è tutta colpa del pipistrello di Fabien C. Droscor

Non è tutta colpa del pipistrello (Robin edizioni, 2016, pp. 292, euro15) di Fabien C. Droscor (pseudonimo di Francesco Bordi) si fa interprete delle nevrosi della società ai tempi dei social network, dove ognuno vuol essere attore assoluto e indiscusso della propria vita, relegando agli altri la colpa dei propri insuccessi e delle inevitabili sconfitte, scambiando il reale con il virtuale, e viceversa.

received_519537921579219 (altro…)

C’è chi dice no di Andrea Martina

“Iniziò tutto nell’Aprile dello scorso anno in un appartamento a Padova
abitato da tre studenti. Uno di questi era il figlio del Ministro Rovai, aveva vent’anni” (p. 14), omicidio o suicidio? Il caso sarà assegnato all’agente Francesco Russo che, incaricato dai Servizi Segreti, dovrà indagare sulla morte di Matteo, il figlio del Ministro degli Interni.

C'è chi dice no di Andrea martina

(altro…)

Dopo il funerale. Novembre 1975 di Gaetano Barreca

received_513904848809193

Ambientato nel quartiere Madonnella di Bari, “Dopo il funerale. Novembre 1975″, di Gaetano Barreca (Amazon – Self Publishing, 2016, pp. 293, euro 14,98, disponibile anche in formato e-book), narra le vicende di alcune famiglie legate tra loro da regole di buon vicinato e da amicizia di lungo corso. Tutto ha inizio con il rientro a Bari, dopo sette anni, di Luigi Calvagi, figlio di Piero e Assunta. (altro…)