14100493_841413472626933_113154359132699923_n

DESTINO DI SANGUE di SARA MARINO

Per gli amanti dei “Viaggi immaginari“: oggi vi invito a conoscere meglio la scrittrice Sara Marino ed il suo Destino di sangue, edito da Le Mezzelane.

destino di sangue

 

Destino di sangue

Un giorno la Confraternita fa il suo ingresso nella vita di Rebecca Mazzei e in breve la ragazza scopre un mondo di cui non avrebbe mai sospettato l’esistenza, tra vampiri che si mischiano con gli esseri umani, come Lucas e Giulia, e altri che vogliono ucciderla. (altro…)

le mezzelane

V.I.T.R.I.O.L. (l’artigliatore)

Oggi in evidenza il libro V.I.T.R.I.O.L. (l’artigliatore) di Vito Ditaranto, edito da Le Mezzelane.

Conosco molto bene la realtà di questa Casa Editrice e la meravigliosa rosa di persone e di Autori che la compongono, per questo dedicherò uno spazio ad ognuno di loro, presentandovi la loro opera e invitandovi a conoscerli meglio.

vitriol (altro…)

I 6 consigli di scrittura di George Orwell

George Orwell è lo pseudonimo di Eric Arthur Blair. Egli, nato a Motihari il 25 giugno 1903  e morto a Londra il 21 gennaio 1950, è stato un giornalista, saggista e scrittore, ma è stato conosciuto anche come opinionista politico e culturale. La sua grande fama è dovuta a due romanzi scritti verso la fine della sua vita: La fattoria degli animali e, in particolare, 1984, legato al reality show Grande Fratello (Big Brother) che l’ha fatto conoscere, probabilmente, anche a chi non ama la Letteratura.

george orwell (altro…)

La pacifista, il soldato e uranio Q.B.: il nuovo libro di Pino Cannoletta

La pacifista, il soldato e uranio Q.B.

Oggi, nella rubrica “Consigli per le letture”: La pacifista, il soldato e uranio Q.B., un racconto di Pino Cannoletta ispirato e dedicato a Franca Rame.

La caccia alla donna è l’attività preferita dai combattenti. Una sorta di caccia alla volpe: la stessa assenza di rischi ma con maggior appagamento. Si rastrellano vaste porzioni di territorio e là, dove la vita è impossibile, è facile trovare nascosti gli umani. Poche e semplici regole e non sono previste deroghe. Si dividono gli uomini dalle donne, si scelgono le più giovani e belle e si violentano davanti a tutti. Per evitare rischiose gelosie, ognuno può approfittare della preda che preferisce. Il gioco termina quando un proiettile raggiunge la testa di tutti quelli che non sono stati violentati. Poi, le donne vengono portate nei “campi dello stupro” dove vengono rinchiuse in uno squallido stanzone con le mani legate e fanno la conoscenza delle ore che mai hanno fine.

Vediamo in generale di cosa tratta:

Francesca, attrice di teatro civile, viene aggredita, durante una manifestazione contro la guerra, da un gruppo di militari.

Un giorno, durante uno spettacolo in una fabbrica occupata, rimane colpita dallo sguardo triste di un anziano operaio e cerca di capirne il motivo. L’uomo è padre di un soldato ammalatosi, durante la missioni in Bosnia, a causa dell’uranio impoverito. Quando Francesca incontra il soldato malato, riconosce il militare che l’aveva derisa e aggredita durante la manifestazione. Nonostante ciò, inizia, insieme all’uomo, una difficile e pericolosa battaglia.

L’AUTORE

Pino Cannoletta, scrittore ed operatore culturale, nato a San Cesario di Lecce, è impegnato, da anni, nella salvaguardia del patrimonio culturale, architettoni, ambientale del Salento. Responsabile e ideatore del progetto “Liberiamo Ramona” a favore dei bambini di Bucarest.

Opere pubblicate: Il sonno della ragione, Spacciatori di stupidità, La forza dell’utopia, La storia attraverso le canzoni: da Napoleone ai giorni nostri, Poesie color rosso sangue, Nel porcile di Facebook, La pacifista, il soldato e uranio Q.B.