Intervista a Lara Bellotti

Oggi ha risposto alle nostre domande la scrittrice Lara Bellotti. Vediamo cosa ci ha raccontato.

lara bellotti

Ciao Lara, ci racconti da dove vieni e cosa fai nella vita?

Nata a Torino nel 1969, ma di origini Romagnola, vivo nelle Marche per la precisione a Porto San Giorgio, uno splendido paese balneare.

Nella vita sono mamma e libera professionista. Il mio lavoro è molto legato alla scrittura, in quanto sono una editor e agente letterario. Questa professione è nata dalla mia passione sfrenata per la letteratura, i libri, e tutto ciò che ruota intorno a questo mondo che, seppur da me definito “jungla”, mi dona sempre grandi soddisfazioni, che non sono solo quelle economiche, ma bensì la gioia di vedere realizzato il sogno degli autori arrivando alla pubblicazione dei loro testi.

Come è entrata la scrittura nella tua vita e che parte occupa attualmente?

La scrittura è nella mia vita dall’età dell’adolescenza, mi dilettavo a scrivere i miei pensieri e le mie riflessioni, senza rendermi conto che “scrivevo la vita”.

Divoratrice di libri, ma non testi semplici, a 14 anni leggevo Siddharta con tanto stupore di mia madre che si domandava perché non leggessi i giornalini per le ragazzine della mia età. Già dalle scuole elementari adoravo la poesia, aveva un fascino particolare, mi toccava sempre il cuore, era come un abito sulla pelle ben cucito su misura. Attualmente la scrittura occupa praticamente le mie giornate, sia per lavoro, che per piacere; scrivo infatti poesia e racconti, ho in cantiere un romanzo e una raccolta a quattro mani con un’altra autrice.

Cosa ti guida nello scrivere: una scaletta o l’ispirazione?

Inizio sempre dall’ispirazione, ed è quella che mi accompagna di più nella mia scrittura, ho l’abitudine di annotare quello che mi viene in mente un po’ ovunque quando non mi trovo davanti al pc, quando si è ispirati la cosa migliore è scrivere subito, dopo non è più la stessa cosa a livello emozionale, ovviamente poi gli scritti vanno rivisti nella tecnica. Nel caso dei racconti e del romanzo, sì.. mi capita di dover scrivere una scaletta, dipende molto da come lo sto strutturando, ma è sempre meglio farlo per non perdere il filo conduttore, ed evitare confusione che andrebbe poi ad incidere sulla qualità del testo.

Hai già pubblicato dei libri? Quali?

Sì ho già delle pubblicazioni, ho esordito in qualità di curatrice e autrice con l’antologia a più mani “10 Gocce d’autore”  Ed. Il Viandante, premiata con menzione di merito al concorso letterario nazionale “Luca Romano” a Chieti,  e in un’antologia edita per la raccolta fondi del dopo sisma, dal titolo “E DOPO?” in aiuto alla ricostruzione della biblioteca di Pieve Torina (Marche) comprensiva di più autori; iniziativa de Le Mezzelane Casa Editrice.

Ho partecipato al concorso “La pelle non dimentica” con cinque brani poetici di genere, che verranno inseriti , appunto, nell’antologia con lo stesso nome; ho inoltre partecipato con un singolo brano poetico a tema contemporaneo al concorso nazionale “Emozioni 2017” classificandomi con menzione d’onore, e inserita anche in questo caso nell’antologia “EMOZIONI” già edita e  disponibile sul sito http://www.premioletterarioeterna.com/

Esce ora in versione E-Book il 14 dicembre 2017, e in versione cartaceo il 20 Gennaio 2018,  il mio “assolo” letterario, una silloge comprensiva, non solo di poesia contemporanea, ma di riflessioni e aforismi: “Sabbia tra le mani”.

Edizioni Le mezzelane Casa Editrice lo troverete disponibile sui vari web store, sul sito della casa editrice http://www.lemezzelane.altervista.org/ e ordinabile in tutte le librerie.

sabbia tra le mani

 

Scegli una citazione che rappresenti te.

La mia citazione, ovvero il mio motto è: “c’è sempre un modo diverso di vedere le cose.” Questa citazione mi appartiene molto, perché è così che ho imparato a volgere le situazioni o vicissitudini dal negativo al positivo. In realtà mi appartiene anche nella scrittura, infatti, ne traspare il significato ogni volta che scrivo qualcosa. Cerco sempre di fare arrivare un messaggio positivo ai lettori, uno spunto di riflessione che possa portarli ad un minimo di consapevolezza, o anche solo di dare un sospiro di sollievo in momenti di vita che praticamente tutti viviamo vista l’epoca e lo status attuale delle cose e delle persone. Credo che attualmente ci sia bisogno davvero di questo, di leggerezza sì, ma anche di introspezione.

Scegli una citazione che rappresenti il tuo rapporto con la scrittura.

Scrivere, come leggere, è pane per l’anima.

Grazie, Lara!

Vi lascio tanti link per seguire l’autrice, non perdeteveli!

Lara Bellotti Autrice:  

http://www.facebook.com/larabellottiautrice/

Lara Bellotti Agente letterario: http://www.facebook.com/evasioniculturalilarabellotti/

Instagram : http://www.instagram.com/evasioniculturali/

Blog: http://felicipensieri.altervista.org/

Per contatti: evasioniculturali@gmail.com

9 thoughts on “Intervista a Lara Bellotti

    1. Grazie Carla per la tua disponibilità nei confronti degli autori emergenti, sappiamo bene che non è da tutti apprezzare un emergente piuttosto che un “nome” che fa cassa, ma che ha poco contenuto ( spesso è così)

  1. Intervista un po’ breve, peccato perché mi sarebbe piaciuto “indagare” di più su questa autrice insieme alle domande di Scritto.io. Mi piace di questa autrice il ritorno alla scrittura aforistica, mi ricorda quando da bambino divoravo i libri di Buttafava, autore purtroppo scomparso troppo presto. Trovo che sia un genere trascurato ma ancora ricco di potenzialità.

  2. bellissima intervista LARA, io un po’ ti conosco attraverso le tue poesie bellissime, che come dici, riescono ad alleggerire il cuore, e allo stesso tempo a far riflettere. il tuo è un dono bellissimo che aiuta te, ma sopratutto noi che leggiamo!!

  3. Lara Bellotti

    Ciao Lucia,
    grazie di cuore a te, è una gioia per me sapere e sentire che le mie poesie sono utili alle persone, é bello sentire che vi danno e lasciano qualcosa di bello.

Lascia una risposta