Intervista a Loriana Lucciarini

Oggi risponde alle nostre domande la scrittrice Loriana Lucciarini. Scoprite cosa ci ha raccontato.

loriana lucciarini

Ciao Loriana, ci racconti da dove vieni e cosa fai nella vita?

Nata a Roma, vivo in provincia di Viterbo, nella splendida Tuscia viterbese, anche se la frequento poco, lavorando a Roma e passando ore e ore a fare la pendolare. Nella vita lavoro come segretaria in un sindacato. Oltre questo faccio mille cose perché sono una creativa che se non ha niente da fare i progetti se li inventa!

Come è entrata la scrittura nella tua vita e che parte occupa attualmente?

Scrivo da sempre e la scrittura è parte di me. Il modo migliore che ho per comunicare. Ho iniziato a inventare storie a dieci anni. Il primo romanzo a dodici a cui poi ne sono seguiti altri. Per un periodo abbastanza lungo ho subito uno stop ma poi ho ripreso. Dal 2013 ho iniziato a pubblicare e ho all’attivo tre volumi di poesia, due romance, un fantasy, una fiaba, un antologia di racconti…  Alla scrittura dedico tutto il mio tempo libero, ritagliando spazio, strappandolo alla quotidianità, sempre, ogni giorno.

Stili una scaletta prima di scrivere o segui l’ispirazione?

Da brava organizzatrice faccio la scaletta ma… quando arriva l’ispirazione, la creatività stravolge spesso tutto! Così navigo a vista. Rivedo mille volte, riscrivo altrettante. Cerco di essere plausibile e controllo sempre che non ci siano incoerenze, limo e ri-limo, taglio e ritaglio finché non mi sembra che tutto fili liscio; che i personaggi facciano davvero quello che insistono a voler fare dentro una trama coerente. Certo, è faticoso, ma così facendo non stravolgo l’essenza della storia, permetto ai protagonisti di dire la propria e di agire in base alla loro personalità nelle situazioni in cui sono coinvolti. Il fine ultimo è ascoltare la storia e farla emergere.

Hai già pubblicato dei libri? Quali?

Sì. Tre volumi di poesie (“I legami sottili dell’anima”, “Sotto le nuvole”, “Little thoughts/shorts stories”, self con ilmiolibro.it). Un romance “Il cielo d’Inghilterra” (Arpeggio Libero editore). Un fantasy per ragazzi: “Una fantastica caccia al tesoro” (Arpeggio Libero editore). Una fiaba per bambini che sostiene Emergency “Si può volare senza ali” (Arpeggio Libero editore). Un volume contro la violenza di genere che sostiene il lavoro di un centro antiviolenza, “4 Petali Rossi, frammenti di storie spezzate” che contiene un mio racconto e di cui sono autrice e curatrice (Arpeggio Libero editore). L’ultimo lavoro è “Una felicità leggera leggera” (edizioni Le Mezzelane).

Una felicità leggera leggera

Scegli una citazione che rappresenti te o descriviti.

Complessa, in continuo mutamento ma in fondo, sempre me stessa. Testarda, ostinata, guerriera del quotidiano, si conquista a fatica ogni piccola gioia. Sono persona generosa, buona ma che odia l’ipocrisia; rapportarsi con me non è facile perché ci vuole onestà.

Descrivi il tuo rapporto con la scrittura.

Scavo a fondo, con passo lieve di farfalle, alla ricerca della luce.

Sono scrittrice poliedrica e quindi scrivo vari generi. Mi definisco più “narrastorie” perché le storie vengono a me per farsi raccontare… una cosa un po’ da pazzi, che comporta per me anche il lavoro aggiuntivo di tentare di dare la veste migliore alla storia, per farla emergere con nettezza. Il processo creativo in me si compone di ispirazione e di immagini che tratteggiano la trama di un nuovo romanzo e, a seconda di quello che percepisco, valuto lo stile narrativo. Questo è il motivo per cui tratto vari argomenti e ambientazioni: quando una storia arriva per essere raccontata non ho pace finché non le do vita, nel modo migliore.

Link utili per seguire Loriana Lucciarini:

Sito:https://lorianalucciarini.wordpress.com/home/

Blog: https://scintilledanima.wordpress.com/

Pagina facebook: https://www.facebook.com/LorianaLucciarini1968/

Lascia una risposta