Intervista a Selene Luise

Oggi spazio alla scrittrice che cura la rubrica “Lame di Luce” su scritto.io: Selene Luise. Per chi ancora non la conoscesse, ecco cosa ci ha raccontato.

selene luise

Ciao Selene, vuoi presentarti ai lettori?

Sono una studentessa universitaria in procinto di laurearsi, con la passione per la letteratura sin dall’infanzia.

Ricordi il momento in cui la scrittura è entrata nella tua vita?

La scrittura, nella mia vita, è entrata quasi per caso, in un periodo particolarmente difficile, anche se, per la verità, ho sempre sentito di avere, come dire, del talento, un’inclinazione verso la pagina scritta, ma non avevo mai avuto il coraggio di coltivarlo. In quel periodo leggevo tantissimo per sfuggire a una realtà che mi era quasi insopportabile e, a un certo punto, incontrai Dostoevskij, il primo nella classifica dei miei autori preferiti, che mi fece capire che forse anche io avrei potuto dedicarmi alla letteratura anche da scrittrice oltre che da lettrice. Cominciai a recensire finché, un bel giorno, non giunse l’ispirazione per il mio primo romanzo.

Segui una scaletta quando scrivi o segui l’ispirazione?

Quando mi viene un’idea, per prima cosa l’appunto su un quadernino, poi via via che matura, aggiungo nuovi elementi fino a formare una specie di scaletta, che poi rispetto poco.

Hai già pubblicato dei libri?

Ho pubblicato due anni fa il mio primo libro: IL TOCCO DEL ROVO, edito da MONTEDIT e ora sto per pubblicare il secondo, che dovrebbe uscire per metà 2018.

il tocco del rovo

Una citazione che rappresenta te?

“La vera mente creativa , in ogni campo, non è che questa : una creatura umana nata anormalmente , inumanamente sensibile. Per lei un tocco è un soffio; un suono è un rumore ; una sfortuna, una tragedia ; una gioia , un’estasi ; un amico è un amante e una amante è un dio; un fallimento è la morte . Aggiungi a questo crudelmente delicato organismo la straripante necessità di creare, creare, creare – cosicché senza la creazione di musica o poesia o libri o palazzi o qualsiasi cosa che sia pregna di significato, l’ossigeno le è negato. Lei deve creare, deve tirare fuori la sua creazione. Per una qualche strana , sconosciuta , interiore urgenza lei non è realmente viva finché non sta creando”

(Pearl S. Buck)

Una citazione che rappresenta il tuo rapporto con la scrittura?

“La poesia si scrive con le lacrime, i romanzi con il sangue e la storia con le bolle di sapone”

(Carlos Ruiz Zafon)

Pagina Facebook di Selene Luise qui

Lascia una risposta