Amore pazzo

Follia di Patrick McGrath.  Adelphi

Amore pazzo

Amore Pazzo

Sin dall’infanzia ci viene inculcata un’idea salvifica e consolatoria dell’amore. L’idea di un sentimento potente, capace di superare qualunque ostacolo, il quale nobilita il cuore di chi lo prova e di chi lo riceve.  Ma non è così.

L’amore è un sentimento pericoloso, che non crea, ma distrugge e fa fare cose sbagliate le cui conseguenze stravolgono il destino di molti.  Il libro che sto recensendo , FOLLIA, me lo ha ribadito.  Ambientato in un manicomio criminale, nell’Inghilterra di metà novecento, racconta ,attraverso l’io narrante di uno psichiatra che lavora lì, la pericolosa e violenta relazione amorosa tra Stella, moglie di un altro psichiatra, ed Edgar, un paziente rinchiuso per uxoricidio.  La storia trascina il lettore nei più profondi meandri della psiche dei due amanti e degli altri personaggi che insieme vivono ed agiscono. Prima il morboso desiderio sessuale, poi gli ostacoli di un amore sbagliato, malato e pericoloso, infine la separazione e le tragiche conseguenze dello sbaglio.  Pur addentrandosi con profondità chirurgica nelle passioni umane, devo purtroppo ammettere che, come storia, mi ha piuttosto delusa. Mi aspettavo un  colpo di scena e non ci è stato. Mi aspettavo che emergessero le “ragioni nascoste” preannunciate dalla quarta di copertina e non sono emerse. O forse non le ho capite io. Non lo so. Comunque, come lettura non mi ha lasciata molto soddisfatta.

 

Lascia una risposta