IL VANGELO SECONDO BIFF: un libro da mettere in valigia quest’estate?

IL VANGELO SECONDO BIFF è il libro che, questa volta, ha tirato fuori dalla sua libreria la scrittrice Arianna Di Giorgio. Lo mettiamo in valigia come ha fatto lei?

IL VANGELO SECONDO BIFF

RECENSIONE “IL VANGELO SECONDO BIFF” DI CRISTOPHER MOORE.

La prima volta che mi sono accostata a un romanzo umoristico (per la precisione storico-umoristico) é stata quando ho letto “Il Vangelo secondo Biff, amico di infanzia di Gesù”. Era l’estate del 2011, avevamo organizzato una vacanza in Puglia, ed io volevo una lettura leggera da mettere in valigia. Non ho resistito, e ho scelto di portare questo romanzo con me. Qui l’autore ci racconta, in modo molto divertente, la vita di Gesù nel periodo che va dalla sua infanzia fino a circa trent’anni; il tutto narrato dal punto di vista di Biff, il suo migliore amico. Si sfata il mito di un Gesú/Supereroe. Si inizia a descrivere un bambino normalissimo – o quasi – che gioca con le lucertole. Ha due amici: Biff e Maddalena, che gli stanno sempre appiccicati e notano che in lui c’è qualcosa di speciale. Crescendo, Gesú desidera provare quante più esperienze possibili, perché sa che prima o tardi diverrà carne da macello. Ma é combattuto, perché sa di essere il Figlio di Dio, con la solita storiella che “da grandi poteri derivano grandi responsabilità”. Così chiede al suo amico di “provare e descrivere”, per avere un’idea di cosa significhi essere uomo. Insieme si troveranno ad affrontare scribi e farisei che tendono agguati appena ne hanno occasione. Una mamma che quando ha bisogno di suo Figlio, fa apparire la Sua immagine sui muri. Altro che whatsapp! Viaggi esilaranti in cui scopriranno il Kung-fu e il Kamasutra (sia messo agli atti che Biff ne é l’autore), e in cui avranno modo di crescere e affrontare paure e limiti. Il risultato finale è che, per un certo periodo, quando andavo a messa scoppiavo a ridere quando associavo i passi del Vangelo ai capitoli del romanzo appena terminato. Lettura che descriverei in questo modo: spassosa, irriverente, commovente e delicata in alcuni tratti. Moore mi ha trascinata in questa avventura senza darmi la possibilità di porgli neanche una critica. E da fervente cristiana quale sono, non mi sono sentita presa in giro, e la sua ironia non mi é parsa blasfema. Questo libro va letto per quello che é: un racconto che sí, si diverte a canzonare un po’ i Vangeli, ma che allo stesso modo valorizza la natura umana di Cristo. Lo rende ancora più sensibile, attraverso sentimenti che lo legano al suo amico più caro, Biff. Che gli é talmente affezionato da non riuscire a sopportare che il Figlio di Dio debba sacrificarsi per l’umanità intera. É anche molto realistico, oltre che spiritoso, il descrivere ció che la gente pensa di una persona eccezionale come Gesù e della sua famiglia. Chi, alla luce degli eventi, non avrebbe pensato “Ma questi sono un po’ fuori di testa, o sbaglio?”. Davvero piacevole la scoperta di questo scrittore, che saprà regalare a tutti qualche ora di buon umore.

Qui la Recensione LE PAGINE DELLA NOSTRA VITA di NICHOLAS SPARKS


13101110_572303616262956_505780501_n Arianna Di Giorgio nasce a Caserta nell’aprile del… Questo non lo dirà mai. Lettrice compulsiva, ama più di ogni altra cosa i suoi nipoti, il mare e lo scrivere, e nel 2009 pubblica il suo primo romanzo breve La mia Casa sei tu con Albatros Il Filo. Aiuta il marito nella sua attività, e con lui condivide anche la passione per la musica di Pino Daniele. Il suo sogno è quello di lasciare un segno nel mondo.

“Consigli dalla mia libreria” di Arianna Di Giorgio torna giovedì!

Intanto puoi continuare a seguire scritto.io attraverso la pagina Facebook

Ti aspettiamo!

2 thoughts on “IL VANGELO SECONDO BIFF: un libro da mettere in valigia quest’estate?

Lascia una risposta