News libri: novità segnalate da voi. #2

News libri: novità segnalate da voi. #2

 

news libri1) Il compleanno di Giada A. Lugli.

Il giorno del suo diciassettesimo compleanno, Laura racconta in prima persona di una festa che ogni volta si trasforma in un incubo, essendo anche l’anniversario della morte della sorella. Quest’anno però tutto cambia con l’arrivo di un ragazzo misterioso, che Laura riconosce come l’assassino di cui ha da poco letto sul giornale. Assassino o meno, ci penserà lui a vivacizzare la giornata e a cambiare le regole della vita assurda di Laura, costretta dai sensi di colpa a sopportare una famiglia tanto odiosa da risultare surreale.

news libri2) Ultimo piano (o Porno totale) di Francesco D’Isa.
Recensione di Pasquale Braschi

“Non è un mistero che ogni fine abbia bisogno di un inizio” e a raccontare le vicende di questo romanzo dall’inizio è Frank Spiegelman, voce narrante di Ultimo piano (o Porno totale) di Francesco D’Isa (Imprimatur, 2015, pp. 208, euro 15), proprietario della Perverse Angels, la più grande casa di produzione pornografica situata in un grattacielo di cinquanta piani, uno dei gioielli di Varsavia, “costruito secondo rigidi criteri gerarchici, in modo che a un percorso dal basso verso l’alto corrispondesse a un crescendo di lusso e prestigio” (pag. 73). Un palazzo che, nell’immaginario del lettore, diventa l’ambiente ideale per un viaggio di dantesca memoria, dalla dannazione dell’Inferno (i piani bassi) alla beatitudine del Paradiso (i piani alti), passando attraverso il Purgatorio (i piani centrali). Come un Dante contemporaneo, Frank spiega nella premessa “non è a voi che scrivo, ma di voi, e che la veridicità delle note a seguire è garantita da ricordi, racconti e osservazioni registrate grazie alle mie innumerevoli telecamere”, proprio come quelle prese in prestito da George Orwell per il reality più famoso del mondo.
La trama ruota intorno alla carriera di Claude, il miglior regista di pellicole per adulti, e di sua sorella Claude che “rifletteva soprattutto quel ch’egli celava” (pag. 80) e che sceglierà di chiamarsi Eva Bolena per la carriera di pornostar esistenzialista. A infittire l’intreccio delle loro vite ci penseranno personaggi come Mindy Sin (pornostar e moglie di Claude), i coniugi Morozov (Konstantin e Maria), il fantomatico sequestratore Augusto Rodriguez e altri loschi inquilini del terzo piano.
Dall’Occhio del Beholder, un ampio ufficio cilindrico situato al ventiseiesimo piano, “Claude riusciva a gestire decine di provini contemporaneamente” (pag. 24), raggiungendo attraverso l’esperienza quella malizia che lo indurrà a penetrare nelle menti degli aspiranti al mondo della pornografia, in particolare di “questi giovani, che non desideravano altro che dare un senso al proprio disagio, si erano sottomessi come tessere di un mosaico, senza conoscere l’immagine che andavano formando” (pag. 110). Inconscia o inespressa, la motivazione dei giovani potrebbe essere la stessa addotta da sua sorella: “Non voglio fare la pornostar per sempre, ma credo che sia il modo migliore per avere potere e fama da subito. Poi si vedrà” (pag. 32). Una vera e propria malattia sociale facilmente riconoscibile dalle seguenti cause: “a) tv e internet che pullulavano di materiale pornografico, b) un grattacielo che era sia l’Olimpo che il Golgota delle più famose pornostar, c) famiglie composte dagli scarti dell’industria erotica e d) i pizzicori e i tormenti dell’adolescenza” (pag. 119). I sintomi si manifestano con un concentrato di erotismo, espresso mediante l’esibizionismo corporeo e sessuale. “Ma chi tra noi è in pace col sesso scagli la prima pietra” (pag. 103), una provocazione ardita che deve fare i conti con la dichiarazione del padre di Claude per giustificare il mestiere del figlio agli occhi della madre: “Ma un regista, che male c’è? E poi tutto questo mettere il sesso sotto i tappeti… siamo europei o coloni? Abbiamo ricevuto un’educazione avanzata, sediamo sulla vetta del mondo” (pag.15).
Tuttavia è proprio all’apice del successo che Claude mette in dubbio se stesso e, scoprendo che “c’è un’economia per ogni cosa e anche della vita” (pag. 199), diventa “una sorta di Buddha del porno, votato alla liberazione della propria anima e di quella altrui” (pag. 128). Questa nuova missione lo porterà a riflettere sul rapporto di causa ed effetto esistente tra la pornografia e il desiderio e a giungere ad un’intuizione che sarà alla base del suo ultimo film, un Porno totale.
Francesco D’Isa è un architetto della parola e, per esprimere il suo pensiero, ricorre alla satira e all’ironia. In quest’ottica i termini porno e pornografia sembrano voler stimolare la suscettibilità dei lettori inducendoli a riflettere su quella che potremmo definire filosofia dell’osceno televisivo, secondo la quale tutto è mercificato (dall’Io al nostro intimo mondo personale) e la pubblicità, nota per essere l’anima del commercio, diventa commercio dell’anima e dell’immagine.
Un romanzo ben scritto, dal ritmo incalzante e dal finale sorprendente.

 

 

One thought on “News libri: novità segnalate da voi. #2

Lascia una risposta