Romanzo interattivo su scritto.io: chi ama scrivere ci segua!

Scriviamo un romanzo interattivo su scritto.io! Dove siete scrittori?
Romanzo interattivo

Se amate scrivere avrete sicuramente pensato di scrivere un libro e, forse, l’avete già fatto. Ma se vi chiedessi di scrivere un romanzo a più mani?

scritto.io vi propone di essere gli autori del nostro romanzo interattivo!
Sarà costituito da un incipit e nove capitoli.

Chi è pronto a seguirci in questa meravigliosa avventura?

Ecco alcune prime indicazioni per partecipare alla scrittura del nostro romanzo interattivo:
tutto quello che vi occorre è un account google (@gmail.com) da inviare a recensioni@scritto.io, così  potrete accedere alla piattaforma dove scriveremo: sarà un mondo parallelo dove incontrerete altri scrittori, un luogo dove ognuno pubblicherà il suo capitolo ma tutti insieme correggeremo, valuteremo, daremo nuovi spunti al fine di creare il nostro romanzo!

Da dove iniziamo? Dall’incipit ovviamente!

Quindi:

  • 20 giorni a vostra disposizione per scriverlo!

  • Potete anche partecipare in gruppi di 2 o 3 autori, come preferite!

  • Dovete creare un account google o crearlo seguendo il link che trovate nella home page di www.scritto.io.
    E’ davvero semplicissimo!

Come sempre…Buona ispirazione!


 Per approfondire:

vai su www.scritto.io e nella Home clicca su “ROMANZO INTERATTIVO”. Basta seguire pochi semplici passi e liberare la fantasia! 

8 thoughts on “Romanzo interattivo su scritto.io: chi ama scrivere ci segua!

  1. Cornetta Maria

    Sono troppo vecchia per partecipare alla vostra iniziativa, ma se posso suggerire qualche incipit (tratto da qualcuno dei miei racconti inediti “PORTRAITS” (“RITRATTI” in francese) , potrei cominciare così:
    VOGLIO IL MASSIMO!
    Giada, come il colore dei suoi occhi…Ma era l’unico pregio che aveva.
    L’arroganza le aderiva al corpo come gli abitucci a buon mercato che si adagiavano sulle forme morbide sfiorandole appena, quasi fosse sacrilego un contatto più intimo.
    Scandiva la superbia ad ogni passo, coi rintocchi pesanti degli zoccoli di legno ed ogni mattina si agghindava come un’attrice di altri tempi che non si rassegna al declino…”
    SEMPRE DALLO STESSO LIBRO (inedito)
    O LA POLVERE O ME!
    Nel suo corpo erano ammessi solo i virus che s’erano fatti la doccia.
    Per igiene, gli unici peli del suo corpo erano raggruppati sulla sommità della testa, ma lui si grattava solo la nuca, per evitarne il contatto.
    Il giorno del suo compleanno gli avevano regalato un aspirapolvere. Lui, che fremeva all’idea di usarlo, lo guardava come il partner della sua vita e non vedeva l’ora che gli ospiti se ne andassero per poterlo provare…
    JULIO (inedito)
    Julio: bruno, enigmatico, gioia o abisso nel suo mondo nascosto?
    L’ironia nello sguardo: arma contro i curiosi.
    Vivevo le parole non dette, il dramma che permeava ogni difesa.
    Schivava le domande condannandole alla banalità, abile come un perfetto spadaccino…
    CHE VE NE PARE? Un saluto a tutti … E a prescindere!

  2. Cornetta Maria

    Se volete, inserite uno dei miei incipit (se vi piacciono, intendo). Ne ho stralciato uno anche dagli inediti di mio figlio . Sarei contenta di partecipare, ma voglio farlo solo se lo gradite. Pubblicateli pure, sono curiosa di vedere come proseguirebbero i vostri iscritti.
    IL DIALETTO NON SI TOCCA (fantasy di Cornetta Maria)
    La sala era gremita del più vario agglomerato urbano: capelloni strafottenti che masticavano chewing gum, vecchiette curiose di vedere di persona l’illustre deputato, avversari politici ansiosi di cogliere dichiarazioni da impugnare contro di lui, giornalisti affamati di scoop e tanti altri presi in prestito da tutti i ceti sociali e persino dalla fantasia. L’onorevole salì sul palco con l’espressione solenne dell’angelo giustiziere , lo sguardo sicuro e arrogante del dittatore. Si schiarì la voce e tuonò:- signori e signore, conoscete bene l’argomento del quale vi parlerò e sono certo che condividerete la mia proposta…-
    Interruzione ad effetto e sguardo panoramico sull’auditorium immobile e silenzioso.
    PAURA DEL MONDO (thriller, di Antonio Dicuonzo)
    Nessuno era mai entrato in casa sua e pareva che solo lui potesse varcare quella soglia.
    Il tipo era decisamente inquietante: alto, magrissimo, col profilo da semita, lo sguardo glaciale e i capelli radi e cortissimi.
    Girava per la città con una vecchia Alfasud nera del ’77 reperita chissà dove ed indossava solo camicie e casacche militari fuori ordinanza e jeans larghi e scoloriti, anni ’90.
    il suo linguaggio era ridotto all’essenziale, perciò nessuno sapeva chi fosse nè dove andasse nelle tarde e gelide serate d’inverno.
    Sul suo campanello non c’era nome…Segno di chi si nasconde da tutto e da tutti…
    AD UN PASSO DALL’ALBA (romantico, di Cornetta Maria)
    La pioggia batteva nello stesso punto, sul davanzale di marmo, caparbia e inutile come la replica dei miei ricordi.
    Uomini di ogni genere transitavano nel mio territorio prima di finire dietro i vetri di una cornice: collezionare le loro foto era la mia piccola, innocente manìa…Solo trofei, non c’era vita nelle storie che dividevo con loro.
    VI PIACCIONO? FORSE UN GIORNO LI PUBBLICHEREMO, CON LE DOVUTE GARANZIE, NATURALMENTE, perché un conto è spedire incipit, un altro è poter leggere i nostri capolavori (perdonate la presunzione, ma si tratta di una semplice constatazione, piuttosto condivisa da chi li ha letti integralmente). Un saluto cordiale.

  3. Cornetta Maria

    E’ una buona idea, ma ad opera finita mi fareste leggere il testo integrato di tutti i contributi? Sono davvero curiosa: sembra un gioco interessante!

Lascia una risposta