Il delitto e la vergogna

Recensione LA CHIAVE DI SARA di T. DE ROSNAY

received_1522244471151422

Il delitto e la vergogna

La storia dell’umanità è corredata di molteplici eventi. Belli e brutti. Purtroppo i secondi sono più numerosi dei primi e, bene o male, li ricordiamo. Esistono, però, dei fatti in cui l’abiezione umana cade così in basso che, una volta passati, tendiamo a dimenticarcene. A rimuoverli come la psiche rimuove un trauma troppo doloroso da elaborare. LA CHIAVE DI SARA parla proprio di questo. La storia si svolge su piani cronologici. Il primo è l’estate del 1942: la piccola Sara viene arrestata per ordine dai nazisti insieme alla sua famiglia. (altro…)

Venerdì Santo di Fausto Maria Martini

venerdì santo

«La poesia è sentirsi morire», affermava Martini in Si sbarca a New York, un anno prima di morire, teorizzando così l’identificazione della poesia tanto con la vita, quanto con la morte. Martini  immaginava questa come risposta dell’amico Corazzini alla sua domanda:

«Sergio, che cos’è la poesia? È questo sconfinato amore del mondo e della vita? È questo tremore di esser vivi onde siamo malati a vent’anni?»

Fausto Maria Martini, nato a Roma il 18 agosto 1886  e morto nella stessa città il 22 settembre 1931, è stato un poeta, drammaturgo e critico letterario italiano, della scuola crepuscolare romana dei primi decenni del Novecento.  (altro…)

Un genocidio nascosto

genocidio

Recensione AVEVANO SPENTO ANCHE LA LUNA di R. SEPETYS

Un genocidio nascosto

Ci sono eventi che fanno parte della nostra memoria, anche se non li abbiamo vissuti. Questo è il caso dell’autrice di AVEVANO SPENTO ANCHE LA LUNA, nata negli Stati Uniti da genitori lituani sfuggiti alle deportazioni di massa volute dal regime staliniano. Di questa tragica vicenda, si sa poco e niente, in quanto il tutto fu molto ben organizzato in modo che il mondo non se accorgesse e ,alla caduta del regime, fatto passare sotto silenzio. Ai superstiti, tornati dai campi, venne  proibito di parlarne, pena l’essere rispediti in Siberia. (altro…)

Divinity Club

Divinity club
«Abbiamo ricevuto diverse soffiate e accumulati numerosi indizi che ci portano a indagare in via non ufficiale sul Diviniy Club, ecco perché ti abbiamo scelta per farti partecipare a quel corso intensivo. Dovrai essere gentile, accondiscendente e, soprattutto, mostrare il tuo miglior sorriso ogni volta che sarà necessario. É un lavoro delicato, abbiamo bisogno di scoprire cosa accade all’interno di quel perimetro frequentato da gente di altissimo rango!»

(altro…)